Cos'è la Posturologia?
L’insieme delle strutture neurofisiologiche del nostro organismo che regolano i rapporti tra il nostro corpo e il mondo che ci circonda costituisce il SISTEMA TONICO POSTURALE: ricevendo informazioni dagli occhi, dalla pelle, dai piedi, dai muscoli, dall’orecchio interno e dalla bocca è continuamente in grado di conoscere la nostra posizione e di mettere in atto le necessarie variazioni del nostro “schema corporeo”, così da rispondere sia alle necessità e stimoli previsti che a quelli imprevisti.
Se nel tempo insorgono problemi a qualsiasi livello il Sistema, non in grado di correggersi, metterà in atto dei compensi anche ben visibili (spalla più alta, bacino più alto da un lato, collo inclinato …) e si farà “sentire” con sintomi soprattutto dolorosi, ma non solo (importante citare certi disturbi dell’attenzione e di concentrazione): questi devono fungere da sirena d’allarme che impone di prendere i provvedimenti che solo un APPROCCIO INTEGRATO, che miri alla soluzione delle CAUSE, può offrire.


Posturologia Pediatrica

La POSTUROLOGIA, purtroppo quasi completamente ignorata, ha un’estrema importanza in PEDIATRIA sia dal punto di vista della prevenzione che per la diagnosi.
Casi di iperattività scolastica potrebbero trovare una risposta proprio nella diagnosi di queste problematiche: il bambino in piedi è adattato mentre seduto cambiano le condizioni di base.  
Importante anche l’individuazione dei segni dello scompenso: spalla più alta, bacino “slivellato” … estremamente importanti per fornire ai genitori le informazioni sul tipo di scarpa e sul comportamento con il neonato e nella prima infanzia. Non parliamo poinei casi di dislessia, scoliosi ed atteggiamento scoliotico, disturbi della colonna, del piede, della deglutizione …


Terapia del Dolore

Come nel triangolo perfetto, la salute dipende dal mantenere in equilibrio lo stato fisico, metabolico ed emotivo. Il dolore e i disturbi nascono quando questo equilibrio viene meno.
Per esempio, un paziente che soffre di dolori alla parte bassa della schiena potrebbe avere un'ernia del disco dovuta a un'asimmetria del bacino e a un disallineamento delle vertebre (livello fisico). Lo stesso paziente potrebbe soffrire di irregolarità intestinale o di altri problemi digestivi (livello metabolico) e attraversare un periodo di grande stress (livello emotivo). Spesso non è chiaro quale sia la causa del malessere o se i tre fattori sono coinvolti allo stesso tempo. Per questo motivo la kinesiologia applicata valuta e cura questi tre aspetti – fisico, metabolico ed emotivo – contemporaneamente.
Il corpo usa un proprio linguaggio che fornisce indicazioni utili per scoprire le cause dei problemi di salute. È dovere del medico capire questi messaggi: oltre al ricorso ai tradizionali esami di laboratorio e ai test ortopedici e neurologici, la kinesiologia applicata interpreta il linguaggio del corpo inizialmente attraverso l'analisi posturale per comprendere quali muscoli potrebbero essere deboli e quali troppo contratti. Queste osservazioni vengono poi verificate con il test muscolare e altri metodi.
In tal modo il medico interpreta il linguaggio non verbale del corpo: le risposte che il paziente manda involontariamente permettono di capire il suo stato fisico con molta più accuratezza che attraverso qualunque esame clinico.



 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy Chiudi