Corso Umberto I, 279 - Cinisi PA     tel. 393 882 1171 - 091 86 65 574    mail. saveriol@inwind.it    
itzh-CNenfrderu

 

La gengivite è un’infiammazione delle gengive molto diffusa e spesso ignorata dato che i sintomi si possono manifestare anche dopo molto tempo. Causata da una infezione batterica, la gengivite se non trattata, può sfociare in un’infezione più grave nota come parodontite. La gengivite e la parodontite sono tra le cause principali della perdita dei denti negli adulti. Le gengive si attaccano ai denti in un punto più basso dei bordi gengivali che vediamo. Il cibo può restare intrappolato in questo piccolo spazio e causare infezioni gengivali o gengiviti. La placca è un sottile strato di batteri, si forma costantemente sulla superficie dei denti. È possibile sviluppare una gengivite quando la placca si estende sotto il bordo delle gengive.
La gengivite può portare alla separazione delle gengive dai denti. Ciò può causare lesioni al tessuto molle e alle ossa che sostengono i denti. Il dente può diventare allentato e instabile. Se l’infezione progredisce si può arrivare a perdere il dente.

Fattori di rischio della gengivite:

- Scarsa igiene orale
- Fumo è uno dei fattori di rischio più importanti. L’abitudine al fumo ( anche di pipa o sigaro) riduce le capacità rigenerative di guarigione dell’organismo e quindi si riduce la percentuale di successo delle cure
- PREDISPOSIZIONE EREDITARIA – una persona su tre è predisposta geneticamente allo sviluppo della malattia parodontale...
- GRAVIDANZA – e altri cambiamenti ormonali nella donna
- STRESS – può rendere più debole la risposta immunitaria nel combattere le infezioni Diabete
- Uso di determinati farmaci (contraccettivi orali, steroidi, anticonvulsivi, chemioterapici)
- Apparecchi dentali che si adattano male
- BRUXISMO – la tendenza a digrignare i denti di notte o in periodi di stress, può causare l’indebolimento delle strutture dei denti.
- Otturazioni dentali che si rompono o si usurano
- Dieta povera di frutta e verdura e ricca di zuccheri raffinati
- Sistema immunitario compromesso
- Disbiosi Intestinale

Oltre alle suddette cause, esiste una correlazione tra la malattia parodontale e la disbiosi intestinale che è una condizione di alterazione della flora batterica intestinale con accumulo di tossine in grado di arrecare una serie notevole di disturbi quali:

– dolori e gonfiore addominale con borborigmi e flatulenza
– alterazioni dell’alvo (stipsi e/o diarrea)
– disturbi digestivi
– tendiniti ( tipo tunnel carpale ), borsiti, nevralgie radicolari legati al deficit di vitaminaB6
– ernia discale da imbibizione edematosa del disco intervertebrale conseguente alla ritenzione idrica che l’organismo mette in atto nel tentativo di detossificarsi.
– infezioni recidivanti tra cui appunto la parodontite. Nell’intestino è infatti localizzato circa il 70% del nostro Sistema Immunitario ( MALT System) che è, in estrema sintesi, il nostro sistema difensivo contro le malattie. 
Appare evidente che se l’intestino non funziona bene le nostre capacità di difesa diminuiscono e virus e batteri vari avranno vita facile!

Per questi motivi, presso il nostro studio, tutti i pazienti affetti da malattia parodontale vengono sottoposti ad una accurata anamnesi e visita clinica.... 

Se vuoi saperne di più chiama per un consulto gratuito su appuntamento citando l'articolo: 0918665574